Affumicatore a freddo

Ho comprato l’affumicatore a freddo ed e’ stato subito amore!

Quando il destino ci mette lo zampino… e vai casualmente a fare la spesa all’Aldi e la cassiera ti consegna il volantino con le offerte della settimana successiva.

L’ho sfogliato e BOOM vedo questa cosina che all’inizio mi pareva un giocattolino a batterie (letteralmente!)

Mi dico mah per una cifra cosi’ bassa funzionera’?

Poi non so nulla dell’affumicatura e quindi chiedo ad un collega che mi spiega qualcosina e mi decanta la bellezza dei legni diversi……….. Eh beh non c’è voluto molto per convincermi, lo ammetto 😀

In abbinata serve una campana tipo questa dove inserire il cibo da affumicare, io avevo gia’ in casa questo servi formaggio e l’ho promosso ad affumicatore; prossimamente devo procurarmi un gommino ad uso alimentare per isolare un po’ meglio.

Nella confezione e’ incluso del legno di melo, ho gia’ provveduto ad ordinare altri legnetti diversi per gusti diversi.

Legni diversi sono indicati per diversi alimenti.

La prima volta che l’ho messo in uso ho affumicato: 1 forma di Bel Paese tagliata a fettine, 1 provola bianca tagliata a fette, della zucca a fette passata in microonde, e poi li ho usati come ingredienti nelle veraci.

Devo dire che anche dopo il passaggio a quasi 500°C il sapore dell’affumicato si sentiva benissimo.

Procedimento

Il procedimento per utilizzare l’affumicatore a freddo e’ semplicissimo: si riempie il fornello sopra con qualche pizzico di legnetti, si accende con il bottone e con un fiammifero si da fuoco al legno.

In qualche secondo iniziera’ il fumo e tutto il procedimento durera’ qualche minuto.

Conclusioni

Beh che dire…. avevo ospiti ed erano tutti impazziti!

Sicuramente argomento da approfondire

 

 

Tagged: ,

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *