Privacy Policy

Apfelschmarrn

Apfelschmarrn tradotto diventa ‘frittata dolce di mele’ e mi rendo conto che nemmeno la foto invoglia molto alla preparazione, pero’ vi assicuro che chi ha avuto la fortuna di assaggiarla in Austria (magari nella versione senza mele) se la ricorda bene!

Io l’ho mangiata in malga, fatta con ingredienti a km 0 e di primissima qualita’: ci hanno messo un enorme padella in mezzo al tavolo e ognuno con la sua forchettina.

All’inizio pareva impossibile finirla, alla fine veniva quasi da leccare la padella tanto era buona!

Se decidete di farla a casa procuratevi ingredienti eccezionali per avere un risultato eccezionale!

Vi servira’ anche un wok da poter mettere anche in forno (niente manici di plastica).

Ricettina trovata su uno speciale mele di A Tavola con Gusto.

  • Ingredienti:
  • mele (meglio verdi) 2
  • succo di limone (io bio) 5 cucchiai
  • 5 uova intere (mi raccomando freschissime e meglio se di galline di casa)
  • farina per dolci 200 g
  • latte intero (io biologico e di montagna) 200 ml
  • zucchero 80 g
  • sale 1 pizzico
  • burro 2 cucchiai (freschissimo e di primissima qualita’)
  • Cognac o Brandy 1 cucchiaio (io non l’ho messo)
  • a mio piacere ho aggiunto un paio di manciate di lamponi

Prima di tutto va acceso il forno a 200°C.

Ho tagliato le mele, tolto il torsolo e affettate a fette di 5 mm, e cosparse col limone per non farle annerire.

Ho montato gli albumi a neve ferma, aggiungendo alla fine 50 g di zucchero e il sale, poi ho miscelato bene tuorli farina e latte e poi ho unito delicatamente i due composti.

Ho sciolto un cucchiaio di burro nel wok e soffritto le mele, poi le ho divise e lasciate meta’ sul fondo, ho versato l’impasto e posato sopra le rimanenti mele.

Ho cotto con coperchio per 2-3′ sul fuoco, poi ho messo in forno per altri 10′.

Finche’ cuoceva ho sciolto il burro e lo zucchero rimasti (anche il liquore se volete) per rosolare la frittata a pezzi una volta tolta dal forno.

Fidatevi di me e provatela, non ve ne pentirete!!!

Tagged: , ,

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *