Privacy Policy

Licolina

Il mio rapporto con i lieviti naturali lo sapete tutti rasenta il morboso ahahahahah
Quando vedo che scendono sotto una mia personalissima ‘soglia di sicurezza’ mi prende l’ansia e devo rinfrescarli.

Il problema pero’ con il licoli e’ che rinfrescandolo anche se parti da una quantita’ esigua (e per me esiguo non e’ MAI sotto i 200 grammi :lol: ) poi te ne ritrovi tanto tanto.
La settimana scorsa alla fine ne avevo una quantita’ che andava oltre la meta’ del contenitore quindi sarebbe traboccato tutto… Un casino….
Decido quindi di travasarlo in un altro contenitore

Pero’ in frigo già ho il kefir, la solida, il segaiolo e ora 2 contenitori di licoli???? :blink:

Quindi cosi’ a naso travaso 500 grammi in un contenitore e metto a riposare al calduccio.
Al collasso metto il contenitore classico in frigo e l’altro lo guardo e lo riguardo………….Ora che ci faccio?

Ma una teglia! E dovendolo/volendolo usare tutto mi invento la teglia senza aggiunta di acqua!

Ossia licoli idratato al 100%, un pugno di farina per abbassare l’idro, sale e olio.

E via verso nuove frontiereeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeee

Ho provato ad impastare sia con la sunmix che con il kenwood.

Gli accorgimenti che posso suggerire per evitare il disastro sono:
1) se il licoli è stato messo al calduccio a crescere, mettetelo al freddo almeno un’oretta che poi lavorando l’impasto partite gia’ da una massa calda e la disgregazione è dietro l’angolo
2) soprattutto se usate la sunmix fate come quando si aggiunge l’acqua in una ai, tenete del licoli da una parte e aggiungetelo dopo
3) la prima volta ho provato una 00 da dolci, la seconda la Polselli gialla. Credo sia troppo poca per incidere davvero nella massa dell’impasto
4) l’impasto alla fine sara’ davvero davvero difficile da maneggiare, io vigliaccamente l’ho rovesciato direttamente in teglia e steso

Dopo tutta sta (doverosa) pappardella ecco gli ingredienti:

Licoli di semola 500 grammi
farina (una volta 00 da dolci, poi Polselli gialla) 80 g
olio evo 15
sale 6

Impastato stagliato e messo al caldo, preparata alle 16 per le 19 e qualcosa ho cotto!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!
Teglia di ferro blu diametro 32 cm.

(ha riposato 15 minuti in teglia per difficoltà organizzative della cena ahahahahah)

Cotta in f1 320 platea 250 cielo per circa 12 minuti, cielo spento dopo pochi minuti.

Nel forno di casa sparate al massimo e magari mettete la refrattaria.

 

E che posso raccontarvi del sapore?
Il profumo intenso e dolce della semola, affiancato al tipico sentore del lievito naturale, in abbinata al pomodoro ben condito di olio e buon origano rendono quest’impasto semplice semplice qualcosa di inarrivabile!

 

Tagged: , ,

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *