Privacy Policy

Pizze al piatto con lievito naturale liquido

 

Post che necessita delle doverose premesse: la mia vita sta un po’ cambiando, e fra un’emozione e un timore è impossibile che non pensi anche a come continuare le mie passioni.

Stamattina alle 7 mi viene voglia di preparare pizza per cena.

Ovviamente il lievito naturale liquido non viene rinfrescato da giorni, e ovviamente in quel momento ci saranno stati si e no 16 gradi.

Mi dico “quando il gioco si fa duro i duri iniziano a giocare” quindi prendo il calcolapizza e procedo per le 13 ore a ta impostando 20 gradi.

Utilizzo quindi:

  • Polselli Zero tipo 0 1121 grammi
  • acqua fredda 698
  • sale 31
  • lievito liquido prelevato dal frigo 150g

Impastato in spirale.

Poi la mattina passa correndo qua e là e quasi me lo dimentico….

Staglio alle 13.30 un impasto sovralievitato per il gran caldo, e lì inizio a preoccuparmi.

Sapevo sarei stata via di casa dalle 14 alle 18 passate quindi niente rigenero…

Opto per le cassette piccole da frigo e alle 4 faccio una videochiamata con mio figlio grande per controllarli. Sono gonfi e freddi quindi glieli faccio spostare in taverna.

Al mio arrivo accendo l’f1 e preparo le verdure. I panielli sono ancora molto gonfi e non abbastanza rilassati. Per stenderle ho dovuto essere molto decisa e forse dopo un’altra ora si sarebbero rilassati alla perfezione ma direi che è andata oltre le mie aspettative!

Cotti in F1 con biscotto all’incirca a 470 gradi.

Tagged: , ,

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *