Schiacciata con uva fragola

Schiacciata all'uva fragola

La schiacciata con uva fragola e’ una focaccia preparata classicamente in autunno, quando quest’uva cosi’ particolare profumata e colorata fa capolino nei negozi.

origine della ricetta

Parlando con un mio amico toscano ho saputo che in realta’ la schiacciata originale sarebbe una semplice pasta da pane, quindi molto lontana dagli impasti raffinati che si fanno ora.

Questa che vi presento e’ la mia personale interpretazione di schiacciata con uva fragola: l’impasto e’ una variante della Focaccia dolce alla Rosa ma stavolta ho impastato oggi e cotto il giorno successivo.

Quindi parliamo di un impasto dolce, che profuma di panna e burro, dal gusto molto delicato che viene ravvivato e contrastato dal sapore acidulo e cosi’ spiccatamente particolare dell’uva fragola.

Se optate per impastare e cuocere in giornata potete usare una farina debole (una 0 o 00 da supermercato, ma anche una tipo 1 o 2), se invece vi allungate al giorno dopo potreste usare una farina un po’ piu’ forte e smezzarla con una piu’ debole.

Questi gli ingredienti che ho usato per una teglia di ferro blu 30×40 (se non ce l’avete usate una teglia di alluminio, o la leccarda del forno).

Con Pasta Madre solida:

  • Farina (per la tipologia da utilizzare leggete le indicazioni scritte sopra) 370 g
  • burro 80 g + qualche fiocchetto prima della cottura
  • zucchero semolato 112 g
  • Pasta Madre 90 g
  • Panna fresca 150 g
  • Latte 100 g
  • sale 5 g
  • zucchero di canna prima della cottura
  • uva fragola (chicchi privati dei semi) 300 g

Con Lievito naturale liquido diventa:

  • Farina 400 g
  • burro 80 g + qualche fiocchetto prima della cottura
  • zucchero semolato 112 g
  • Lievito naturale liquido 60 g
  • Panna fresca 150 g
  • Latte 100 g
  • sale 5 g
  • zucchero di canna prima della cottura
  • uva fragola (chicchi privati dei semi) 300 g

Con Lievito di Birra diventa:

  • Farina 430 g
  • burro 80 g + qualche fiocchetto prima della cottura
  • zucchero semolato 112 g
  • Lievito di Birra fresco 6 g
  • Panna fresca 150 g
  • Latte 130 g
  • sale 5 g
  • zucchero di canna prima della cottura
  • uva fragola (chicchi privati dei semi) 300 g

 

GUIDA ALL'USO O CREAZIONE DEI LIEVITI NATURALI

 

Ho impastato in planetaria mantenendo per ultimi sale e burro, quindi ho fatto le classiche 3 pieghe e pirlature e via nel contenitore a lievitare.

Una volta cresciuto ho steso in teglia, coperto con pellicola a contatto e lasciato a lievitare.

Al solito preferisco non dare tempistiche perche’ chi usa il lievito naturale sa bene quanto sia complicato prevedere i tempi di lievitazione, posso solo anticiparvi che fra latte panna e burro parliamo di un impasto piuttosto condito e non sara’ pronto in breve tempo.

Quando ho visto che l’impasto era cresciuto, ho aggiunto i chicchi di uva fragola che avevo precedentemente privato dei semi, una spolverata di zucchero di canna e qualche fiocchetto di burro.

Io ho cotto nell’f1 a 190°C per 20′, a meta’ cottura ho girato la teglia e spento il cielo.

Evidentemente a queste temperature la Schiacciata con uva fragola si puo’ cucinare nel forno di casa senza nessun problema.

In cottura i chicchi di uva fragola con il calore rilasceranno un sughetto che si mescolera’ con il burro e lo zucchero di canna, e andra’ a colorare e a profumare la superficie della focaccia colando addirittura sui lati e impregnando l’impasto.

Il profumo sprigionato per la casa sara’ solo una piccola anticipazione di quello che vi aspetta quando darete un morso a questa magnifica Schiacciata con uva fragola, sara’ decisamente difficile fermarsi alla prima fetta… e poi non dite che non vi avevo avvertito!

Fetta di schiacciata con uva fragola

Tagged: , , , ,

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *