Pane con esubero

Avevo rinfrescato parecchia pasta madre, poi per vari motivi non avevo panificato e allora avevo un esubero di ben 6 giorni.

Rinfrescare tutto avrebbe fatto diventare la mia pasta madre un blob incontrollato, cosi’ ho usato la maggior parte per fare una pagnotta inventata li’ per li’.

Ho impastato:

  • pasta madre (non rinfrescata) 350 g
  • acqua 450 g
  • farina 0 850 g
  • miele 1 cucchiaino
  • sale 2 cucchiaini

Ho impastato in planetaria col gancio, poi a mano sul legno.

Ho quindi messo nel cestino di lievitazione (era sera) e la mattina l’ho trovato così lievitato da pensare che sarebbe stato meglio cucinarlo subito.

C’era pero’ la alvastoviglie che funzionava e allora ho acceso il fuoco sotto il mio fidato Estense (con refrattaria).

Ho inciso e messo sulla piastra con la pala, ho quindi cotto sul fuoco grande:

10′ fiamma alta

25′ fiamma quasi al minimo (ultimi 10′ fori aperti)

In cottura e’ esploso, io lo trovo bellissimo anche se poco colorato, la prossima volta terro’ i fori aperti più a lungo.

3

1

2

4

 

Tagged: , ,

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *